sct

cerca nel sito

 

Facebook

seguici su Facebook

area riservata

Login
Pass.

REGISTRATI e scopri i vantaggi !
dimenticato login/pwd ?

Promozioni in corso

promozioni in corso

newsletter

Vuoi ricevere aggiornamenti,
notizie e promozioni...

 

Hydra

trimestrale di informazione Hydra
vediTrimestrale di informazione del settore idrotermosanitario

Hydra Club

Scopri Hydra Club
Scopri Hydra Club

Idrotiforma

Corso ed esame per patentino frigorista

Corso ed esame per patentino frigorista

Faq


TITOLO: ARGOMENTO:
Ventilazione e areazione
   
In un rifacimento di impianto gas, nel locale cucina – di circa 12 m3 – verrà installato solo un piano cottura dotato di termocoppia. Non ci sono dispositivi per la ventilazione e l’aerazione del locale. Posso effettuare la ventilazione e l’aerazione del locale mediante due fori?
Secondo il punto 8.2 della UNI 7129-2:2008, nel caso in cui nel locale sono installati solo apparecchi di cottura con portata termica nominale non maggiore di 11,7 kW e dotati del dispositivo di sorveglianza di fiamma – in cui la aerazione e la ventilazione sono assicurate mediante aperture permanenti (rif. punto 5.1.1. lettera d) – le aperture devono essere così realizzate: AERAZIONE. L’apertura, posta nel locale di installazione, deve essere posizionata in prossimità del soffitto, ad un’altezza di almeno 1,80 m dal livello del pavimento e con sezione netta almeno pari a 100 cm2; VENTILAZIONE. L’apertura – con sezione netta almeno pari a 100 cm2 – può essere realizzata nel locale stesso di installazione dell’apparecchio di cottura o nel locale per l’aria comburente (c.d. ventilazione indiretta); deve avere il filo inferiore in prossimità del pavimento, ad un’altezza comunque non maggiore di 30 cm dal pavimento stesso. N.B. È possibile non prevedere l’apertura di ventilazione quando l’evacuazione dei prodotti della combustione dell’apparecchio di cottura con dispositivo di sorveglianza di fiamma viene effettuata con cappa a tiraggio naturale, cappa aspirante elettrica o elettroventilatore e, contemporaneamente: - nel locale non sono presenti apparecchi di tipo A, tipo B o altri apparecchi di cottura senza dispositivo di sorveglianza di fiamma; - la portata termica nominale massima complessiva degli apparecchi di cottura con dispositivo di sorveglianza di fiamma installati non è maggiore di 11,7 kW; - la volumetria del locale di installazione è di almeno 20 m3. Ai fini del calcolo della volumetria del locale di installazione si considera anche il locale adiacente e comunicante senza interposizione di porte, purché questo non sia adibito a camera da letto, non vi siano installati apparecchi a gas di tipo A o B e non sia classificato con pericolo di incendio; - il locale è provvisto di porte, finestre, portefinestre apribili verso l'esterno.
Le risposte di seguito riportate richiamano normative o leggi vigenti ed esprimono pareri che, in ogni caso, non costituiscono interpretazioni vincolanti per il destinatario professionista che rimane l'unico responsabile del proprio operato

calendario eventi

marzo aprile
2018
maggio
do lu ma me gi ve sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          


social

visita il nostro canale Youtube

showroom

Show Room Acqua Dolce
vediVISITA IL SITO

p.iva 01432620464 - info: info@sctspa.it | privacy
© Sct 2012 - Tutti i diritti sono riservati
validazione css Gruppomartinelli.eu validazione xhtml sctspa.it
visita i nostri showroom martinelli itf sct sct mare